PROGETTI DI RICERCA E SVILUPPO

Il Consorzio Aquarno nel corso della sua storia ha svolto e preso parte a numerosi progetti di Ricerca e Sviluppo mostrando un costante interessamento all'implementazione delle più moderne tecnologie in grado di portare benefici ai rendimenti del processo e alla collettività. Gli argomenti di maggior interesse e sui quali si sono focalizzate le ricerche sono stati:

Maleodoranze e agenti biologici 

  • Novembre 1989 - Dicembre 1990

Problematiche relative a contenuto, tipo, tossicità ed odorosità di composti organici negli effluenti gassosi - (C.R.I.T.A. - Centro Ricerca Industriale Tecnologica Avanzata) 

  • Novembre 2001 - Dicembre 2002

Studio di strategie per il miglioramento delle condizioni igienico sanitarie degli addetti alla depurazione acque relativamente alla protezione da agenti biologici. (BIOnet626) Finanziato con Art.14 DM 593/00 bando 2002

Ottimizzazione del processo depurativo

A quest'ambito di ricerca è stato dedicato un notevole impegno sia per la tipologia di processi indagati che per la loro relativa importanza. Il Consorzio Aquarno ha sempre avuto un'occhio di riguardo per l'ottimizzazione del trattamento dei reflui, a partire dalle tecniche di controllo di processo fino agli interventi strutturali sugli stadi di depurazione, mirati soprattutto alla riduzione della produzione dei fanghi di supero. Di seguito è riportato l'elenco delle ricerche su queste tematiche:

  • Dicembre 2004 - Gennaio 2005

Sperimentazione e valutazione del trattamento di ozonolisi per la riduzione dei fanghi di supero biologici

  • Dicembre 2004 - Dicembre 2005

Nuove metodologie per l’ottimizzazione e la riduzione del carico inquinante organico delle acque di scarico di un impianto consortile che tratta reflui civili e provenienti da industrie del settore conciario     (Progetto MiUR - Finanziato con Art.14 DM 593/00)                                                          

  • Dicembre 2005 - Dicembre 2008

Controllo di processo di un impianto di depurazione industriale che tratta reflui conciari, nell’ottica di un efficace abbattimento delle sostanze inquinanti e di una riduzione dell’impatto ambientale   (Progetto MiUR - Finanziato con Art.14 DM 593/00)

  • Novembre 2011 - Novembre 2012 

Individuazione di metodologie innovative per la messa a punto di un nuovo assetto di processo di depurazione di acque reflue conciarie, ad elevata efficienza di abbattimento del carico organico e a basso impatto ambientale    (Progetto MiUR - Finanziato con Art.14 DM 593/00)

  • Novembre 2011 - Novembre 2013

Messa a punto di un nuovo assetto di processo nella depurazione di acque reflue conciarie, con l’adozione di processi maggiormente ecosostenibili rispetto al trattamento chimico-fisico terziario   (Progetto MiUR - Finanziato con Art.14 DM 593/00)

  • Luglio 2012 – Dicembre 2015

Recupero di Materia ed Energia da Fanghi Conciari (Matter & Energy from TAnnery sludges) 

Sito Internet del progetto :   Progetto M.E.TA.                   

(Co-finanziato dalla Regione Toscana - BANDO UNICO R&S ANNO 2012, POR CReO FESR 2007–2013)

Recupero e riutilizzo delle acque reflue nel ciclo produttivo conciario

Il processo conciario richiede enormi quantitativi di acqua che, nella quasi totalità dei casi, viene emunta dalle falde nel sottosuolo attraverso pozzo appositamente realizzati. Il Consorzio Aquarno in collaborazione con il Po.Te.Co., le associazioni di categoria e le stesse realtà industriali, hanno mostrato un crescente interessamento e impegno per ovviare a questa via di approvvigionamento. Sotto lo stimolo anche di un Accordo di Programma Quadro stipulato con le municipalità del comprensorio del cuoio e il Ministero dell'Ambiente, internamente al Consorzio Aquarno sono state realizzate numerose iniziative di ricerca per la messa a punto di un processo che permettesse il recupero delle acque reflue per un loro riutilizzo nel ciclo produttivo conciario. Le matrici di interesse sono stati sia i reflui industriali che civili, con particolare attenzione su quest'ultimi che hanno dato i migliori risultati sia per quanto riguarda la depurazione che per la qualità del prodotto finito lavorato con l'acqua riciclata. Di seguito le principali attività di ricerca svolte:

  • Dicembre 2005 - Dicembre 2007

Recupero di acque reflue ai fini di un riutilizzo all’interno del ciclo produttivo   (Finanziato con Art.14 DM 593/00)

  • Gennaio 2005 - Dicembre 2009

Affinamento delle acque reflue civili con differenti tecnologie (MBR, UF, NF,  ED)  ai fini del loro recupero e riutilizzo nel ciclo conciario (quattro tesi di laurea specialistica in Ingegneria Chimica)

  • Giugno 2009 - Dicembre 2009

Valutazione comparativa di quattro produttori di sistemi depurativi con tecnologia MBR come possibile alternativa al processo convenzionale a fanghi attivi (CAS) del secondo stadio di ossidazione biologica della linea industriale.

  • Settembre 2009 - Settembre 2012

Riduzione del prelievo in acqua del ciclo conciario attraverso sistemi innovativi di trattamento e riciclo delle acque reflue civili mediante biotecnologie a membrane  (Finanziato dalla Stazione Sperimentale dell’Industria delle Pelli e delle Materie Concianti) 

  • Gennaio 2010 - Gennaio 2012

CLEARH2O - Approccio integrato e multivariato al trattamento di acque reflue civili ed industriali e scenari di riutilizzo delle acque

(Co-finanziato dalla Regione Toscana - BANDO ERA-SME 2009 - II Edizione)